Vie ferrate, arrampicata su roccia e trekking a Carezza

Perlustrazioni e incontri ad alta quota

Cattedrali, torri calcaree, rocce e vette. Le Dolomiti sono il paradiso dell’arrampicata per eccellenza! Per tutti quelli che amano muoversi in verticale e per coloro che sono costantemente alla ricerca di quella scarica di adrenalina abbinata ad una travolgente dose di bellezze naturali.

Arrampicata alpinistica, arrampicata libera oppure bouldering: lo sport ad alta quota non richiede solo tecnica e forza, ma anche una buona dose di concentrazione. Training mentale circondati dalle rocce, training in quota che coinvolge tutto il corpo, dalla testa ai piedi. Corde resistenti. Compagni scrupolosi. Nervi saldi. Nel cuore del Patrimonio dell’UNESCO.

Via ferrata nel Catinaccio con vista panoramica

Guidati al meglio con il Centro d’Alpinismo Catinaccio

Prima di tutto volete imparare le tecniche basilari? Puntare sulla sicurezza e imparare a conoscere la montagna assieme a grandi esperti è sempre un’ottima scelta!

Dalla prima esperienza su roccia, alla scalata alla vetta, difilato oltre la parete rocciosa: il Centro d’Alpinismo Catinaccio offre corsi base suddivisi in più giornate per affrontare le vie ferrate, l’arrampicata su roccia e l’arrampicata sportiva. Sulle pareti rocciose di questa valle si apprendono anche le tecniche della salita da primo di cordata, una disciplina affrontabile solo dai più esperti, che si svolge sulle vie a più tiri. Un’intera giornata di lezione lo rende possibile.

due escursionisti sentiero masaré direzione rifuggio Cornelle

Vie ferrate e trekking sul Catinaccio

 Molto probabilmente anche il Re Laurino amava arrampicare: nel suo regno, infatti, si contano addirittura sei vie ferrate. Qui si passa da itinerari semplici per “qualche goccia di sudore” a vere “sfide decisamente impegnative”. Su queste pareti rocciose si scala senza sosta (o quasi), fino al vertice del Catinaccio d’Antermoia, della Roda di Vaèl e sul Passo Santner. Anche i classici tra le vie ferrate del Catinaccio vantano nomi da favola: la Croda di Re Laurino, la Roda del Diavolo e le tre Torri del Vajolet.

Informazioni e tour guidati